Servizi

Il Centro Studi si occupa della gestione patrimonio bibliografico e archivistico della Fondazione The Brass Group, in tal senso può essere consultato da soggetti esterni per collaborazioni (progetti editoriali, discografici, allestimenti museali, etc) che rispettino quanto previsto dallo Statuto della Fondazione. Per la consultazione di materiali catalogati si fa riferimento all’attività della Brass Jazz Library e alle indicazioni previste dal suo regolamento interno, di cui vengono estrapolati alcuni punti essenziali.

Apertura

Si informano gli utenti che la biblioteca per rispettare il decreto dell’8 marzo 2020 recante misure urgenti per il contenimento della diffusione del virus COVID-19 resterà chiusa al pubblico fino a nuove disposizioni. In caso di riapertura, verrà stabilito un orario dalla Direzione ed esposto al pubblico, presso il Teatro Santa Cecilia, sede della biblioteca, e sulle pagine del sito. La biblioteca rimane comunque chiusa in date stabilite dalla Presidenza della Fondazione, per complessivi 45 giorni nell’arco dell’anno.

Registrazione

La registrazione (unitamente alla fotocopia di un valido documento di identità) è, per tutti, condizione preliminare per accedere ai servizi della biblioteca. Al momento l’accesso è previsto mediante deposito delle proprie generalità in loco, quanto prima verrà disposta una iscrizione on line per la consultazione e il prestito di materiali bibliografici e d’archivio. I dati raccolti con la registrazione saranno utilizzati dalla Biblioteca esclusivamente per fini interni, nel pieno rispetto del diritto alla riservatezza tutelato dalle leggi vigenti.

Accesso

Gli utenti sono tenuti a rispettare le norme di legge che regolano l’uso dei luoghi pubblici e in particolare è rigorosamente vietato: sottrarre materiale appartenente alla Biblioteca ovvero danneggiare, in qualsiasi modo, il patrimonio della Fondazione; far segni o scrivere, anche a matita, su libri e documenti della biblioteca; disturbare in qualsiasi modo l’attività di studio e di lavoro; fumare. Le sanzioni sono quelle previste dal D.P.R. 5 luglio 1995 (Regolamento delle biblioteche pubbliche titolo IV, paragrafo 41).

Consultazione

Il materiale bibliografico e non (documenti di ogni genere) deve essere richiesto direttamente agli addetti interni previa consultazione degli schedari, sia fisici (laddove creati) sia come indici OPAC/SBN. È fatto divieto a chiunque di accedere direttamente a faldoni e contenitori o comunque prelevare direttamente dagli scaffali materiale bibliografico e discografico senza l’autorizzazione del responsabile della biblioteca (D.P.R. 5 luglio 1995, n. 417, articolo 39). La consultazione del materiale raro e di pregio e/o appartenente ai fondi della Biblioteca, è concessa a maggiorenni, dietro presentazione di valido documento d’identità e sotto la diretta supervisione del responsabile della Biblioteca o di un suo collaboratore.

Prestito

Sono ammessi al prestito, previa presentazione di tessera d’ingresso, i docenti e gli studenti della Scuola Popolare di Musica della Fondazione The Brass Group, i maestri dell’Orchestra Jazz Siciliana, il personale della Fondazione e gli utenti esterni che ne facciano richiesta al Presidente della Fondazione o al Direttore della Biblioteca.
Per i minori di quindici anni, allievi di una qualunque scuola secondaria italiana, o altro istituto della Unione Europea (studenti Erasmus), è necessaria la compilazione di apposito modulo sottoscritto da un genitore (o tutore, o docente della scuola ospitante) e da un dirigente scolastico (o legale rappresentante) della scuola di appartenenza.
Si prestano contemporaneamente al massimo tre unità bibliografiche, ma è possibile avanzare richiesta di prestito “momentaneo”, con procedura semplificata, di un numero di documenti non superiore a sei, per l’utilizzo all’interno delle sedi della Fondazione (Biblioteca, Teatro, Scuola, Archivi). I documenti in prestito “momentaneo” andranno restituiti nel più breve tempo possibile e comunque prima della chiusura giornaliera della biblioteca.
Sono esclusi dal prestito: i manoscritti di qualsiasi epoca, i libri stampati anteriormente al 1900, i libri non ancora ingressati nè timbrati, le opere di consultazione (enciclopedie, cataloghi, dizionari), gli Opera Omnia, tutto il materiale appartenente ai fondi antichi o comunque di pregio o raro, i dischi in vinile, i compact disc (eccetto i CD prodotti dalla Fondazione e quelli dei quali sia pervenuta autorizzazione scritta al prestito da parte della Casa di produzione), le riviste dell’emeroteca e le partiture originali per orchestra.
Per ogni altro dettaglio relativo ai prestiti, è possibile richiedere chiarimenti scrivendo a brassjazzlibrary@brassgroup.it